Slider 1Prodotti FinanziariPrestito Personale

pincredit di federico maio

Scegli tra i nostri prodotti
Prestito personale
Cessione del quinto
Delegazione di pagamento

Pincredit di Federico Maio Agenzia in attività finanziaria – Pescara

opera per i Prestiti contro Cessione del quinto dello stipendio e della pensione per la regione Abruzzo e nello specifico L’Aquila, Pescara, Teramo, Chieti e per la regione Molise, nello specifico Campobasso e Isernia. Particolare attenzione per le convenzioni stipulate dalla società mandataria con i seguenti Enti per le cessioni del quinto, INPS- Istituto Nazionale Previdenza Sociale, e per le delegazioni di pagamento nello specifico: Comando Generale Arma dei Carabinieri, Comando Generale Guardia di Finanza, Corte dei Conti, Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato, Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero della Difesa, Aeronautica militare, Esercito Italiano, Marina Militare, Ministero della Giustizia, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Ministero Economia e Finanza, Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ufficio Scolastico Regionale Abruzzo, Ufficio Scolastico Regionale Molise, Comune di Francavilla Al Mare , Vigili del Fuoco, Comune di Chieti, Azienda Sanitaria Locale n.2 Lanciano – Vasto – Chieti, Comune di Pescara.

Inoltre l’agenzia opera su regolare mandato per il collocamento di Prestiti Personali rivolti a dipendenti, autonomi e pensionati per le province di Chieti e Pescara.

A completare l’offerta rivolta a tutta la nostra clientela, la Pincredit di Federico Maio ha sottoscritto un importante mandato di Agenzia con primaria società di Leasing per l’acquisto immobiliare, targato pesante, veicoli commerciali e beni strumentali.

Domande frequenti

Cos’è la cessione del quinto?

L’espressione cessione del quinto di stipendio deriva dal fatto che l’importo massimo della rata di rimborso del prestito non può superare il valore di 1/5 (cioè il 20%) dello stipendio mensile netto continuativo, inoltre la durata massima consentita è di 120 mesi.
Oggi è possibile l’accesso alla cessione anche da parte dei pensionati
Come previsto dall’ultima versione del D.P.R. 5 gennaio 1950 n. 180 (come aggiornato dalla legge 14 maggio 2005 n. 80) questa tipologia di prestito è destinata a tutte le categorie di lavoratori dipendenti, sia dello Stato e del comparto para-statale (come specificamente previsto dal testo originale del provvedimento legislativo) che delle aziende private (come definitivamente sancito dagli aggiornamenti previsti dalla legge 80/2005). Nella stessa legge 80/2005 è stata estesa la possibilità di cedere parte della propria retribuzione anche ai pensionati di tutti gli enti previdenziali.
Possono contrarre la richiesta anche i dipendenti delle aziende private, ma la banca o l’ente finanziario si riserva la possibilità di valutare le garanzie. Le aziende vengono valutate per il capitale sociale, il numero di dipendenti e soprattutto si guarda se in passato hanno autorizzato altri contratti di cessioni ai propri dipendenti. Quest’ultima verifica dimostra se l’azienda è precisa nei pagamenti.
Può succedere che nel tempo alcune aziende private che prima sono valutate positivamente perdano la possibilità di concedere ai propri dipendenti la trattenuta, perché dalle banche risultano poco gradite.
La particolarità di questa soluzione di finanziamento è che il rimborso avviene con trattenuta della rata direttamente in busta paga.
Tale peculiarità fa sì che il rischio di insolvenza volontaria del debitore venga abbattuto fortemente, visto che, una volta dato il proprio consenso alla trattenuta in busta paga, il cedente non può più revocare il pagamento. Da ciò deriva anche che, in virtù della forma tecnica del prodotto, è previsto il coinvolgimento del datore di lavoro nell’estinzione del finanziamento quale condizione fondamentale per l’erogazione del prestito.
In buona sostanza sarà il datore di lavoro a pagare la rata alla Banca trattenendo contestualmente l’importo dalla busta paga del proprio dipendente

Cos’è la delegazione di pagamento?

Con il termine delega di pagamento si intende un prestito con pagamento rateale concesso al lavoratore dipendente di Amministrazioni pubbliche o private, estinguibile mediante trattenute di quote della retribuzioni mensili, che vengono versate al soggetto finanziante da parte del datore di lavoro, cui è stato conferito il relativo mandato irrevocabile da parte del lavoratore dipendente.
Affinché si possa perfezionare il prestito con delega effettuata da parte di una Amministrazione statale è necessario che, preliminarmente, venga stabilita convenzione da parte del soggetto erogante con l’Amministrazione di appartenenza. Le Amministrazioni parastatali (Enti pubblici quali Regioni, Province, Comuni, Asl, etc.) e le società a partecipazione maggioritaria da parte dello Stato, generalmente assumono gli incarichi di delegazione per prestiti anche in assenza di convenzione.

 

  • la domanda di finanziamento è a firma singola e per avere efficacia, deve essere necessariamente accettata dal datore di lavoro.
  • non occorre motivare la richiesta di finanziamento o presentare alcun giustificativo di spesa.
  • la rata che il cliente decide di pagare è fissa e costante per l’intera durata del prestito quindi non varia al variare dei tassi.
  • l’operazione è sempre assistita da garanzia assicurativa contro il rischio morte e di perdita dell’impiego. Per le condizioni di polizza si rinvia al contenuto dei Fascicoli Informativi.

Cos’è il leasing?

E’ il contratto con il quale puoi richiedere ad una società finanziaria di acquistare dei beni per averli in uso per un periodo di tempo prefissato e contro il pagamento di un canone periodico.
Al termine puoi diventare proprietario del bene con il pagamento del prezzo stabilito (riscatto).

È possibile restituire anticipatamente il prestito tramite cessione del quinto?

Nei contratti di prestito tramite cessione del quinto dello stipendio è prevista la possibilità di estinguere totalmente il prestito.
L’estinzione può essere effettuata con l’esborso di una penale di estinzione calcolata in misura percentuale sul debito residuo (l’importo è al netto degli interessi) al momento dell’estinzione. Qualora l’estinzione sia finalizzata al rinnovo occorre rispettare i termini di cui all’art.39 del DPR 180/50.

Cos’è il TAN?

Il tasso annuo nominale o TAN è il tasso di interesse puro applicato ad un finanziamento. È il tasso da utilizzare come termine di paragone con il tasso di rendimento delle attività finanziarie, con il tasso di sconto, ecc. Non corrisponde tuttavia al tasso d’interesse realmente applicato al finanziamento, ma al tasso effettivo periodale moltiplicato per il numero di periodi in cui l’anno è ripartito

Cos’è il TEG?

Il TEG è il Tasso Effettivo Globale indica tutti i costi ad eccezione degli oneri erariali. Viene espresso in percentuale su base annua.

Cos’è il TAEG?

Il Tasso annuo effettivo globale (TAEG) è l’indicatore di tasso di interesse di un’operazione di finanziamento (es. un prestito, l’acquisto rateale di beni o servizi). È espresso in percentuale e indica il costo effettivo del finanziamento.
È stato introdotto per la prima volta nel sistema normativo italiano nella Deliberazione del Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio n. 10688 del 4/03/2003, art. 9 comma 2, che ha demandato a Banca d’Italia di individuare quali siano le operazioni e i servizi a fronte dei quali detto indice, “comprensivo degli interessi e degli oneri che concorrono a determinare il costo effettivo dell’operazione per il cliente”, debba essere segnalato, nonché la formula per rilevarlo.
Il Tasso Annuo Effettivo Globale rappresenta il costo effettivo dell’operazione espresso in percentuale che il cliente deve alla società che ha erogato il prestito o il finanziamento. Detto in poche parole il T.A.E.G. racchiude contemporaneamente sia il T.A.N. (Tasso Annuo Nominale), cioè la percentuale di interesse che grava sul prestito, sia le spese di emissione della pratica e della documentazione; quindi:
T.A.N. + spese di istruttoria e documentazione = T.A.E.G.

Cos’è il SECCI?

Il modulo SECCI (Informazioni europee di base sul Credito ai consumatori) contiene tutte le informazioni utili perchè il consumatore possa valutare nel modo più trasparente l’offerta di credito. Gli deve essere consegnato prima che firmi qualsiasi contratto di finanziamento.
Cessione del Quinto dello stipendioCessione del Quinto della PensioneDelegazione di pagamentoProdotti in promozioneLeasing Auto e Strumentale - Prestito Personale
Contattaci ora
Richiedi un preventivo